Pulire la lavastoviglie con un metodo naturale: l’aceto.

Esistono in commercio centinaia di prodotti per la cura della lavastoviglie, ma, una volta letta la lista degli ingredienti, spesso l’interpretazione delle sostanze chimiche presenti rimane comprensibile soltanto a un esperto del settore.

Qualche tempo fa abbiamo visto come caricare la lavastoviglie correttamente, ma adesso è il momento di pensare alla sua pulizia!

E’ necessario eseguire la pulizia della lavastoviglie con cadenza periodica, almeno una volta al mese, se la si utilizza tutti i giorni, così da evitare che al suo interno possano prolificare batteri e germi. La pulizia, inoltre, serve anche a evitare che la lavastoviglie emani odori sgradevoli.

Se non si vogliono utilizzare prodotti chimici l’aceto naturale, pratico ed economico, è una valida alternativa. L’aceto naturale, infatti, non è altro che un liquido leggermente acido (acido acetico) utilizzato da migliaia di anni in moltissimi campi, dalla cucina alla pulizia delle superfici, passando per la cura della persona.

Per un’accurata pulizia della lavastoviglie ci sono dei punti chiave, semplici ma molto importanti per una manutenzione a regola d’arte.

Pulizia della parte esterna della lavastoviglie

Esistono due tipologie di lavastoviglie, esterna o da incasso. Per la pulizia della parte esterna di una lavastoviglie da incasso è fondamentale smontare il pannello che copre il vano di apertura (solitamente basta togliere poche viti e sganciarlo), mentre per l’altra tipologia di lavastoviglie basterà pulire direttamente la parte a vista..

Chiaramente, per una lavastoviglie da incasso non sarà necessario effettuare la pulizia esterna tutti i giorni, sarà sufficiente farlo due, tre volte ogni anno per evitare che tra il pannello del mobile e lo sportello si accumulino sporcizia e polvere.

Per la pulizia basterà un panno umido con qualche goccia di aceto bianco naturale, in questo modo lo sporco, così come eventuali incrostazioni di cibo, calcare e muffa verranno eliminati facilmente.

Pulizia della parte interna

Pulire la parte interna della lavastoviglie è l’operazione più delicata perché richiede qualche piccolo accorgimento al fine di ottenere un risultato eccellente.

Per prima cosa si devono smontare i cestelli, lasciando la lavastoviglie vuota. Successivamente vanno tolti i filtri, passandoli sotto l’acqua corrente al fine di eliminare tutte le impurità presenti. Finito questo passaggio, ovviamente, bisogna rimontarli.

Con un panno umido e qualche goccia di aceto bianco naturale si può pulire accuratamente la guarnizione dello sportello prima di avviare il ciclo di lavaggio.