Corre in ospedale per il mal di testa, dentro le trovano uno scarafaggio

Vi danno fastidio gli insetti? Al solo pensiero di uno scarafaggio vi viene la pelle d'oca? Allora questa notizia NON fa per voi.In India, una donna credeva che il forte dolore alla testa fosse semplicemente un'emicrania, ma il fastidio continuava, accompagnato da una sensazione di prurito, e così è stata trasportata in ospedale. Oltre al dolore alla testa, la donna aveva anche difficoltà a respirare.Il dottore che l'ha visitata inizialmente non ha notato nulla di strano, ma poco dopo si è accorto di un paio di zampette.“Non sapevamo cosa fosse - ha raccontato alla 'Cnn' il professore M.N. Shankar – Non sapevamo se si trattasse di una vespa o di qualche altro insetto. Lentamente lo abbiamo tirato fuori”. L'estrazione, durata circa 45 minuti, è stata ripresa in un video in cui appare chiaramente lo scarafaggio ancora vivo. Appena rimosso l'insetto - rimasto incastrato per circa 12 ore, dopo essersi 'intrufolato' passando probabilmente dal naso - la donna ha ripreso a respirare senza difficoltà.I medici hanno spiegato che, se fosse rimasto più a lungo, lo scarafaggio avrebbe potuto provocare un'infezione potenzialmente letale per la donna.

Incontro ravvicinato con uno scarafaggio anche a Darwin

Un'esperienza del genere è capitata, nel 2014, in Australia, dove a un uomo è stato estratto dall'orecchio uno scarafaggio di due centimetri.Svegliatosi a causa di un dolore fortissimo, Hendrik Helmer ha pensato che un ragno velenoso fosse entrato nel condotto uditivo. Di conseguenza, ha cercato di rimuoverlo pulendo l'orecchio, ma non c'è stato nulla da fare. L'uomo è andato quindi in ospedale e, alla fine, l'insetto è stato rimosso.Il video dello scarafaggio estratto ancora vivo dalla testa della donna in India: Una foto dell'insetto trovato nell'orecchio di Hendrik Helmer in Australia: